martedì 24 dicembre 2013

Risotto al radicchio

Minimalia n.23




L'idea veloce per chi non ha ancor idea di cosa cucinare come primo a Natale.

Ora che il radicchio è facilmente reperibile, un bel risotto; che, se fatto con un riso parboiled, può sopravvivere anche agli ospiti più ritardatari. Occorre un cespo di radicchio - calcoliamo, a seconda del tipo del medesimo, di utilizzare una foglia o due a testa - una mezza cipolla tritata, uno spicchio d'aglio, del brodo - meglio se fatto in casa, e prevedere un lesso, come secondo, potrebbe semplificare le cose -  e, potendo, un pezzetto di lardo o pancetta - bene, anzi meglio, un fondino, per il trito. 
O anche no, se si hanno ospiti vegetariani (va da sè che, allora, il brodo sarà vegetale.
In un cucchiaio d'olio evo fare rosolare la cipolla con il lardo tagliato a piccoli pezzi; sfumare con un buon bicchiere di vino - meglio se di carattere - e  aggiungere il riso e farlo tostare insieme a metà delle foglie di radicchio finemente affettate. Salare, coprire  con il brodo e, a cottura quasi ultimata, aggiungere il radicchio restante, perché rimanga croccante e colorato; infine mantecare con abbondante parmigiano. 
Una buona alternativa al vino e parmigiano può essere la mantecatura con il gorgonzola.
E se avanza del radicchio? Una bella insalata, da servire come accompagnamento o antipasto.
Buon appetito e buon Natale! 

Posta un commento
GiornaleBlog Notizie Blog di Cucina