domenica 1 dicembre 2013

Quasi caramellato

Torta all'ananas (quasi) caramellato e cardamomo




Capita, a volte, di leggere di preparazioni misteriose; a meno che non si tratti di leggende culinarie o missioni impossibili.

Un esempio: sarà mai  possibile  caramellare l'ananas? Secondo molti siti si; però, credetemi, il risultato non sarà mai quello della frutta caramellata che si può trovare nei ristoranti cinesi. 
Il motivo è presto detto: per ottenere frutta caramellata come quella del ristorante occorre, in prima battuta, passarla in una pastella. Al naturale l'ananas non si riesce infatti a caramellare, perché troppo acquoso; sarebbe all'incirca come voler caramellare l'anguria.
Però può, comunque, essere utile cuocerlo con lo zucchero, se si ha intenzione di utilizzarlo per una torta, in modo da fargli perdere, appunto, un po' d'acqua; e anche quella nota acidula che, dal giorno dopo, si comincerebbe a sentire...


Per la colazione del lunedì

300 gr ananas
250 gr zucchero
300 gr farina 00
3 uova
1/2 bicchiere di olio di semi
1/2 bustina di lievito
1 semi di un baccello di cardamomo

In una padella antiaderente mettere all'incirca metà dello zucchero indicato e l'ananas, sbucciato e tagliato a cubetti; cuocere fino a che non perde buona parte della sua acqua e comincia leggermente a brunire (la consistenza sarà comunque piuttosto molle); fare raffreddare 
In una ciotola capiente mescolare insieme farina, zucchero, olio, uova, lievito e i semi di un baccello di cardamomo ben schiacciati; unire metà dell'ananas e versare in una tortiera imburrata e infarinata, versando sulla superficie l'ananas rimanente. Infornare in forno ben caldo a 150 gradi per 30/45 minuti.
Gustare fredda, meglio il giorno seguente.

Posta un commento
GiornaleBlog Notizie Blog di Cucina