giovedì 4 luglio 2013

Melanzane al funghetto

Minimalia n.21




Un modo semplice, veloce e povero di grassi- anzi, poverissimo, perché, per una melanzana, basta un cucchiaio d'olio e, volendo, se ne può anche fare a meno -  per cuocere un saporito contorno di melanzane.
Occorre tagliare la melanzana a fette dello spessore di circa due cm, e di seguito, in dadini delle stesse dimensioni, e metterli a rosolare con l'olio e un pizzico di sale in una pentola antiaderente, aggiungendo, quasi subito, acqua quanto basta a ricoprirli. Una volta che l'acqua è evaporata e le melanzane sono diventate morbide - nel caso, aggiungere altra acqua - si termina la cottura ricoprendole con un trito di aglio e prezzemolo (circa mezzo spicchio per una melanzana di medie dimensioni e un pugno di prezzemolo). 
Si serve caldo, meglio se in compagnia di uova sode, tonno o salumi affettati.
Ma il fungo, dov'é? Qualcuno si sarà domandando; il fungo non c'è, la denominazione deriva dalla modalità di cottura, dalla consistenza e dal sapore, che un po' ci si avvicina;  anzi, a questo proposito, c'è chi cuoce solo la parte esterna, quella contenente la buccia, perché più saporita.
Posta un commento
GiornaleBlog Notizie Blog di Cucina