sabato 3 agosto 2013

La cuoca caparbia e il fico riottoso - parte II

Risotto ai fichi acerbi




Una nuova raccolta e una nuova ispirazione per utilizzare i fichi che, purtroppo, nonostante il caldo torrido, continuano a non maturare; un risotto che, nonostante la presenza dei fichi - o forse per la loro immaturità - risulta  non dolce nè stucchevole...

Per due irriducibili divoratori di fichi

5/6 pugni di riso
1/2 cipolla
8/12 fichi acerbi
1 cucchiaio olio evo
1 dado vegetale
acqua qb
latte o formaggio per mantecare (feta? pecorino?)

In una pentola bassa ma capiente fare appassire con l'olio la cipolla finemente affettata e i fichi tagliati in piccoli pezzi, buccia compresa. Aggiungere il riso, aspettare che sia leggermente tostato e infine, completare la cottura dopo aver coperto il riso con il brodo - o con l'acqua e il dado vegetale - aggiungendo, se occorre, acqua ulteriore. Mantecare, volendo,  a fine cottura con un cucchiaio di latte o con formaggio, meglio se di capra, per aggiungere una nota leggermente acida.

Posta un commento
GiornaleBlog Notizie Blog di Cucina