mercoledì 3 aprile 2013

Quadrature astrali

Tortilla patate, cipolle e surimi




Quelle giornate storte già dall'inizio, che non ne va dritta una. Nemmeno in cucina.
L'idea era - ed è - quella di iniziare a svuotare il freezer per il cambio di stagione, con la conseguente riscoperta di tesori dimenticati, nella fattispecie mezzo pacchetto di surimi.
In dispensa il sacco di patate e cipolle, da terminare prima che germoglino e l'idea di preparare delle crocchette di patate e surimi. 
Da lì in poi tutto un susseguirsi di inconvenienti, dovuti sicuramente a una cattiva congiunzione astrale, che oltretutto si riverbera sull'umore, o forse viceversa.
Comunque, constatata l'impossibilità di friggere l'impasto - troppo umido e poco coeso, anche dopo l'aggiunta di un uovo e, in definitiva, destinato a assorbire troppo olio nell'intento di friggerlo, un repentino cambio di direzione. 
L'aggiunta di un uovo ulteriore e la decisione di farne una tortilla - che altro non è che un frittatone con le patate - e di cuocerla al forno. 
Perchè, come dicono gli astrologi,  astra inclinant, non necessitant...

Per un quadro g - astronomico completo
(dosi per due consultanti)

1/2 cipolla
1/2 spicchio d'aglio finemente tritato
1 patata di medie dimensioni
4 bastoncini di surimi
3 uova
curcuma
curry
peperoncino
sale

Affettare finemente la cipolla e metterla a cuocere a fuoco basso in una padella antiaderente coperta insieme a mezza tazzina d'acqua e un pizzico di sale. 
Quando diventa trasparente aggiungere i bastoncini di surimi - facendo attenzione a togliere prima la plastica che li avvolge singolarmente, e terminare di cuocere tutto insieme. Togliere cipolle e surimi dalla padella e metterli in un mixer. 
Nella padella, senza bisogno di lavarla, aggiungere la patata pelata e affettata in fette di circa mezzo centimetro, curry, curcuma e peperoncino - io anche un cucchiaino di ajval, perchè ce l'avevo -  e tanta acqua quanto basta a coprirla;  cuocere fino a che la patata ha assorbito tutta l'acqua ed è diventata morbida. Aspettare che si raffreddi poi aggiungerla agli altri ingredienti nel mixer, insieme all'aglio e alle uova. Frullare tutto fino a che non diventa un composto quasi omogeneo - non impora che le patate siano completamente passate, anzi è meglio, perché così il composto non è troppo liquido - poi versare in una teglia da forno antiaderente ben imburrata. Cuocere in forno caldo a 180 gradi per circa 10 minuti, o per quanto vi sembrerà necessario.

Questa tortilla può essere servita come secondo o, tagliata a quadratini, come antipasto.

Posta un commento
GiornaleBlog Notizie Blog di Cucina