lunedì 6 aprile 2015

Danza dell'uovo

Uova e tradizioni pasquali - 3




Pieter Aertsen, The Egg Dance, 1552, Oil on panel, Rijksmuseum, Amsterdam


Esistono varie versioni di questa danza che veniva realizzata, come esercizio di bravura e sfida, durante le festività di Pasqua e che viene rappresentata in varie pitture, che ne localizzano la diffusione nei paesi del centro Europa - Olanda, Belgio, Germania - e in Gran Bretagna.





Pieter Bruegel il Giovane, Danza dell'Uovo, Olio su tavola, 1620 
link


  
 Cornelis Saftleven,The egg dance, 1637, oil on panel, National Museum of Warsaw 


La danza veniva effettuata all'interno di un cerchio tracciato per terra con il gesso, dove si trovava una ciotola con all'interno un uovo; usando i piedi si devoveva dapprima far uscire l'uovo dalla ciotola, poi  rovesciare la ciotola sull'uovo, il tutto, ovviamente, senza rompere l'uovo e senza farlo uscire fuori dal cerchio. Il tutto si svolgeva nel tempo concesso dal tempo di un motivo suonato con la cornamusa, la viella,  il violino o l'hornpipe.


Pieter Aertsen, De eierdans (The Egg Dance), 1557
 link


Una variante prevedeva l'inserimento di altri oggetti - fiori, foglie ma anche spade - intorno all'uovo, che non dovevano venire toccati durante la danza.  Al vincitore andava in premio un cesto di uova.

Una traccia della diffusione in Francia di questa danza si ha nella testimonianza  dei festeggiamenti avvenuti durante la Pasqua del 1498 a Bresse per le nozze di Filiberto II di Savoia detto il Bello e Margherita d’Austria.

In Gran Bretagna era invece diffusa la hop-egg dance, che veniva in genere ballata dalle donne e che era una versione della danza delle spade scozzese, dove le figure di ballo venivano eseguite su una pista coperta di uova messe in varie posizioni. Una testimonianza di questo tipo di ballo si trova nei Canterbury Tales di Geoffrey Chaucer (1387), dove l'autore afferma che gli artisti venivano chiamati Hoppesteres.
Una variante era l'esecuzione della danza con passi ritmici da parte di uomini bendati  che la ballavano su un terreno costellato di uova poste in posizioni fisse.

Da questa pratica pare derivino i detti  "è come danzare sulle uova" (Germania) e "camminare sulle uova"( walking on eggs), riferiti a faccende di difficile e delicata gestione.

http://mediumaevum.tumblr.com/post/83308877940/medieval-dances-the-egg-dance-the-egg-dance-was
http://www.balletto.net/giornale.php?articolo=2750
http://www.streetswing.com/histmain/z3hop1.htm
http://en.wikipedia.org/wiki/Egg_dance 

http://www.jstor.org/discover/10.2307/4521849?sid=21105896974051&uid=70&uid=4&uid=2&uid=3738296&uid=2129
http://terreceltiche.altervista.org/tag/equinozio-primavera/

video
https://www.youtube.com/watch?v=Cvhe9fT79Ts
Posta un commento
GiornaleBlog Notizie Blog di Cucina