domenica 13 aprile 2014

Farinata in padella

Minimalia n.29





Per la merenda. Per uno spuntino di mezzanotte. Per antipasto. Per quando si ha voglia di qualcosa di buono e salato, insomma, ma che sia velocissimo da preparare; senza grassi animali, senza glutine, vegetariano e pure vegano. 

Farinata, bella calda e croccante, cotta in padella. Occorre, ovviamente, della farina di ceci - un pugno a testa, per otttenerne una del diametro di una padella di circa 20/25 cm - e un po' d' acqua, quanta occorre per ottenere una pastella leggermente densa, come quella delle crespelle, da mescolare insieme in una ciotola aiutandosi con una frusta per evitare grumi.
Si può lasciare riposare, ma anche friggere subito, in una padella antiaderente in abbondante olio evo caldo. 
Prima su un lato ,coperta, fino a che anche la parte anteriore non si sia completamente rassodata, poi dall'altra, girandola con l'aiuto del coperchio - o di una paletta - fino ad ottenere una bella crosta dorata. Perché il bello di questa cottura è la deliziosa crosta che si riesce a ottenere, molto più croccante di quella cotta in forno, la cui consistenza si può controllare mentre la si cuoce, girando la farinata su entrambi i lati. Si divora immediatamente, dopo averla generosamente salata e pepata.


Posta un commento
GiornaleBlog Notizie Blog di Cucina