giovedì 24 marzo 2016

Segni del destino

Pain d'épices di Reims




La scoperta del pain d'épices, a merenda, in un pomeriggio degli anni '70, come rara golosità importata dalla Francia e proveniente, più prosaicamente, dal nonno dei moderni ipermercati, il Maxi Standa di Rivoli, posto vicino a un nodo strategico della tangenziale di Torino a servire tutto l'hinterland.

L'incontro dei pani artigianali, durante un viaggio in Alsazia e l'acquisto del misto di spezie per realizzarli.

L'apparizione di una ricetta, da un sito francese, facile quanto salutare, perchè non ci sono grassi, nè uova, nè latticini. 
Se questi non sono segni del destino.

Ottimo come dolce, ancora più buono nell'abbinamento con il salato, spalmato di patè o con il foie gras; una buona soluzione per l'antipasto o il picnic di Pasquetta; e, oltretutto, per la presenza del miele si conserva molto a lungo, in frigo,ben chiuso in un sacchetto di plastica.


Perchè, al destino, non ci si può opporre ...
(dosi per una teglia da plumcake)

250g di farina di segale 
250g di miele millefiori
175 ml di acqua
1 cucchiaino da tè di bicarbonato
10 g o più (1 cucchiaio) di spezie per pan di zenzero (cannella, zenzero, chiodi di garofano, noce moscata, anice) secondo i vostri gusti

Riscaldare l'acqua in un pentolino e, una volta calda, versarvi  il miele mescolando bene fino a quando non si è sciolto.
In una ciotola miescolare la farina di segale, il bicarbonato e le spezie; aggiungere l'acqua e il miele, mescolando fino a quando non si ottiene un impasto omogeneo.
Versare in una teglia da plumcake  antiaderente o rivestita di carta da forno bagnata e ben strizzata e cuocere a 150 ° per 50 minuti nel forno precedentemente preriscaldato a 180° ( o a 150° nel forno ventilato non preriscaldato) pr circa un'ora (vale sempre la prova stecchino).
Lasciare raffreddare il pane nella teglia  prima di estrarlo e consumarlo.

Posta un commento
GiornaleBlog Notizie Blog di Cucina