sabato 27 dicembre 2014

Confortevoli colazioni e analfabetismo di ritorno

Panini alle noci e radicchio trevigiano




Qual è - e, mentre ci sono, sottolineo il fatto di averlo scritto correttamente senza apostrofo, errore che neanche il più scafato correttore di Word è in grado di evidenziare - la corretta dicitura per il radicchio di Treviso, trevigiano o trevisano o ambedue, questo il dilemma.
Con tanto di forum a sostegno dell'una o dell'altra versione; per poi consultare, come di dovere, la Treccani che entrambi li avvalla, definendo la prima versione antica, insieme alla forma trivigiano, che in verità, confesso non sapevo neanche esistesse. Che poi, di fatto, è sempre lei, quella cicoria un po' amarognola di colore rosso; ottima in insalata e ancor più in questa versione, accompagnata alle noci per insaporire questi panini adatti per colazioni goduriose accompagnati con gli affettati avanzati dagli antipasti festivi, o anche da soli, in verità.

Per 12 momenti di pura goduria

400 gr farina
1 bustina lievito istantaneo
5 noci
1 cucchiaio miele
1 piccolo cespo di insalata
1 uovo
2 cucchiai d'olio

Tagliare le foglie di insalata trevigiana a striscioline, dopo averle private delle parti più dure, e farle appassire in una pentola antiaderente con un cucchiaio d'olio e un po' d'acqua alla bisogna.
Sgusciare le noci e metterle nel mixer insieme alla trevigiana cotta; aggiungere la farina, il lievito, l'uovo, l'olio e acqua quanto basta a ottenere un composto morbido ma corposo.
Con le mani bagnate formare delle palline e metterle ben distanziate in una o più teglie rivestite di carta da forno; incidere su ognuna una croce prima di infornare in forno ben caldo a 200° per circa 35 minuti o fino a quando saranno ben coloriti.


Posta un commento
GiornaleBlog Notizie Blog di Cucina