mercoledì 11 settembre 2013

Può contenere tracce

Sfogliata alla ricotta e prugne aromatizzata all'arancia




Una torta realizzata all'ultimo minuto, per gli ospiti - ma anche per la prima colazione - con quanto da riutilizzare c'era in casa - una confezione di sfoglia in scadenza, dei biscotti  misti avanzati - frollini, alle nocciole e con la crema  - delle prugne; e anche un po' d'aroma all'arancia, ma avrebbe potuto tranquillamente essere liquore o anche un mix di spezie.
A seconda di quel che detta l'umore, e la dispensa, per un risultato, per quanto, in termini di contenuto, difficile da descrivere o ponderare, comunque assai apprezzabile. E che - e in questo caso, potrebbe essere considerato un vanto, più che un demerito o un avvertimento - potrebbe contenere tracce di qualsiasi alimento. E perché no? Si tratta, comunque, di tutta roba buona; o, quantomeno, commestibile.


Per una squadra di chimici alimentari

1 confezione di pasta sfoglia (o frolla, o analoga quantità - 250 gr circa - di una delle due, autoprodotta)
2 uova
250 gr ricotta
100 gr zucchero
100-150 gr biscotti secchi
aroma (di arancio, vaniglia, limone, rum) qb
10-15 prugne secche fatte rinvenire in acqua tiepida (o altra frutta secca, uvetta, albicocche...)

In una tortiera capiente adagiare la sfoglia tenendo al di sotto la carta da forno (o analoga operazione imburrando e infarinando la tortiera. Bucherellare il fondo della pasta con una forchetta e coprirlo con uno strato di biscotti secchi ben sbriciolati, aggiungendo poi le prugne fatte precedente rinvenire e private di nocciolo.
A parte, in due ciotole differenti, separare i tuorli dagli albumi delle uova; montare a neve gli albumi e amalgamare i tuorli con o zucchero fino a che non diventano un composto ben omogeneo e chiaro. Unire ai tuorli con lo zucchero la ricotta, schiacciandola bene e mescolandola fino a che non diventa un composto uniforme, insaporendolo con qualche goccia di aroma. Aggiungere gli albumi a neve, mescolando con cura dall'alto in basso perché il composto non si smonti. Versare il composto  sulla sfoglia, sopra gli strati precedenti e stenderlo in modo uniforme, spolverandolo di zucchero, prima di rimboccare i bordi della sfoglia sul ripieno e cuocere in forno caldo a 180/200 gradi per circa 45 minuti.
Posta un commento
GiornaleBlog Notizie Blog di Cucina