domenica 18 dicembre 2011

Polentologia 1 – del Sugo

 Sugo rosso per polenta con polpette, funghi e salsiccia





Ai primi freddi – e in verità quest’anno la temperatura finora è stata clemente – nel fine settimana, verso mezzogiorno, un unico pensiero aleggia sulle case del nord Italia…
Oggi è proprio un tempo da polenta!
La polenta è più che un comfort food, è cibo della tradizione, e ora che le abitudini alimentari, a causa dei ritmi di lavoro sono cambiate, è diventato un cibo che si mangia nei fine settimana a casa o ci si organizza per mangiare a casa degli amici, soprattutto in montagna.

I cibi di accompagnamento della polenta variano a seconda delle regioni – dal pesce, più diffuso in Veneto ai formaggi in Piemonte, ma un grande classico trasversale rimane l’accompagnamento con il sugo rosso ai funghi con salsiccia e polpette…

Per le polpette:

250 grammi di carne tritata (manzo o suino)
1 uovo
due fette di pane raffermo (o pane a cassetta)
un piccolo spicchio d’aglio
qualche foglia di rosmarino
una presa di sale
una tazzina di latte
farina per impanare

Per il sugo:

Una scatola di pomodori pelati
Uno spicchio d’aglio
Una foglia d’alloro
Un etto di funghi porcini fatti rinvenire in acqua calda e strizzati (o surgelati)
Due etti di salsiccia tagliata in pezzi non troppo grandi (max 5 centimetri)

Ammollare il pane del latte, strizzarlo e mescolarlo con la carne trita, l’uovo, lo spicchio d’aglio e il rosmarino tritati e il sale.  Formare delle pallottole del diametro di tre centimetri, infarinarle e friggerle nell’olio.
A parte preparare il sugo mettendo a cuocere in un cucchiaio d’olio lo spicchio d’aglio e i funghi e aggiungendo in seguito la salsiccia e il sugo di pomodoro. Aggiungere le polpette e finire la cottura amalgamando il tutto.
Una versione più leggera prevede di cuocere le polpette direttamente nel sugo senza friggerle  insieme con la salsiccia.

La preparazione è abbastanza veloce – soprattutto se le polpette si comprano già fatte – la cosa più lunga rimane la preparazione della polenta – soprattutto se si usano le farine tipiche o bramate, salvo ricorrere alle polente precotte, pronte in pochi minuti…ma di questo parleremo nel prossimo post…
Altri umidi di accompagnamento possono essere con cacciagione – cinghiale, cervo - in umido o spezzatino di maiale o vitello sempre cotto nel sugo rosso.
Posta un commento
GiornaleBlog Notizie Blog di Cucina