lunedì 17 giugno 2013

Con-fusione in cucina

Acciughe in salsa interetnica




Dopo che per mesi ci si è lamentati del freddo, mi sembra doveroso, per par condicio, lamentarci anche un po' del caldo; che ci toglie forze e appetito, rendendoci confusi e inebetiti.
Per riprendersi, e anche per utilizzare l'harissa - il concentrato di peperoncino tunisino, comprato in una macelleria-drogheria araba di Porta Palazzo - che avevo aperto una settimana fa, queste acciughine utili a stuzzicare l'appetito; in una versione rivisitata e fusion delle piemontesi acciughe al rosso.
Da prepararsi con un po' di anticipo - almeno una settima, meglio due - per far sì che le acciughe si insaporiscano adeguatamente 

Per stuzzicare l'appetito

200 gr acciughe sotto sale (o sottolio, tenendo conto ch, erò così il gusto ne risente un po')
1 cucchiaio di harissa
1 cucchiaio  di concentrato di pomodoro (o due cucchiai di passata di pomodoro
1 cucchiaio di aceto
1 panino raffermo
1 manciata di capperi
2-4 spicchi d'aglio
1 manciata di prezzemolo
olio
acqua qb

Privare del sale e lavare le acciughe, privarle della lisca e dividerle a filetti. (due).
Bagnare il panino raffermo con acqua e strizzarlo bene prima di ridurlo in poltiglia; in una ciotola capiente aggiungere al pane l'aceto, i capperi l'aglio e il prezzemolo finemente tritati, il cucchiaio d'aceto, il concentrato di pomodoro e l'harissa.
In un contenitore che si possa chiudere col coperchio fare uno strato di acciughe ben disposte, uno di salsa e così via fino ad esaurimento ingredienti. Aggiungere olio evo fino a coprire completamente i filetti di acciuga. Conservare - ance a temperatura ambiente - per almeno una settimana prima di consumare.

Posta un commento
GiornaleBlog Notizie Blog di Cucina